No, guarda, ti sbagli!

Poi ci sono quelle persone che di punto in bianco non ti parlano più.
Non so se vi è mai successo, ma sono quasi sicuro di si.
La questione non è il fatto se sia un parente oppure un conoscente.
Non è nemmeno se è qualcuno a cui vuoi bene o di cui non ti importa niente.
La questione è che non ne capisci il motivo!
Di solito succede che ti rendi conto che tra te e l’altra persona è cambiato qualcosa. Non è solo una sensazione, ma è palese, evidente.
Allora ti scervelli per capire cosa può essere successo.
Il più delle volte finisci per pensare ad un evento che forse potrebbe essere stato frainteso, oppure che ti è scappata una frase poco felice.
Ci sta, può succedere a tutti, no?
Però ti rendi conto che sono tutte supposizioni. E allora che fai? Ti fai coraggio e chiedi spiegazioni.
Il bello viene proprio li.
La persona in questione infatti non cercava altro, ma non per chiarire, piuttosto per farti sentire in colpa per aver pensato una cosa del genere!
La frase è sempre la stessa: “No, guarda, ti sbagli!”
In pratica sei tu che ti inventi le cose.
Così ti fa credere che se tra voi non c’è più il rapporto di prima è perché sei tu che hai cominciato a pensare male. Di conseguenza si allontanano, perché sei una persona che vede il male dove non c’è!
Queste gente è così codarda che non ha il coraggio di dirti in faccia che in qualche modo le hai offese.
Non riuscendo ad affrontarti di persona si nascondono dietro a questo comportamento da vigliacchi.
Intendiamoci, non è una perdita. Che queste persone si allontanino è un vantaggio.
Tuttavia spesso scoccia doversi confrontare con questi tipi.
E voi, come reagireste?
O come avete reagito, e con quali risultati?

Annunci

Momenti

Passa il tempo e se ne va
lascia sbiadito ogni ricordo
come un sogno senza colori
una candela che si consuma

In questa pagina dell’infinito
dove viviamo e dove pensiamo
lo vedi scorrere sulla tua pelle
ti lascia il segno e se ne va

Ci fa sentire il suo passo lieve
l’inesorabile cadenzato ritmo
riempire un vuoto e crearne un altro
creare un vuoto e riempirlo ancora

E noi sospesi spettatori inermi
che ci chiediamo che cosa sia
ci aggrappiamo a dei momenti
che il tempo un giorno porterà via