Nessun rimpianto

Mi perdo in una stanza,
in una stanza vuota e senza tempo
ed ho smarrito la mia identità.
Mi lego da un’idea che non conosco
che soffoca qualunque desiderio,
mi cancellavo e poi mi riscrivevo.
Ho camminato a lungo in quel deserto
laddove il tempo non ha più valore
e gli anni son passati come ore.
Parole che restavano tra i denti
rinchiuse dentro pagine di carta,
rinchiuse proprio come la mia vita.
Ho rivissuto i giorni miei peggiori
urlando li graffiavo con le dita,
ma non vedevo ancora via d’uscita.
Cercavo un buon motivo per restare
ma non ne ho trovato neanche uno,
la vita non ritorna per nessuno.

2017

Pubblicità

È freddo

Ho steso la mano
tra le frasi della gente
ma ho sentito solo freddo.
Tra le mie braccia tese
ho raccolto l’ultima emozione.
Ho aperto gli occhi
tra le sfumature grigio scuro
ed ho visto il tuo sorriso.
E vorrei coprirmi
anche solo di colori
caldi come le tue labbra
in questo gelido errante mare.

Guarda

Guarda
le stesse guerre violente del nostro passato
perché non è ancora abbastanza il sangue versato
giovani vite lanciate in battaglia a morire
sguardi impauriti di gente che vuole fuggire

Guarda
strade bagnate dal sangue di vite innocenti
teatri di lotte infinite e di scontri violenti
uomini e donne impegnati nel farsi del male
la rabbia che acceca la mente non fa ragionare

Guarda
quelli son nostri fratelli che stanno soffrendo
vivono la stessa vita che stiamo vivendo
con un linguaggio diverso che non comprendiamo
sognano lo stesso mondo che tutti vogliamo

Guarda
sembra che ormai tutto questo sia quasi normale
che tutto quello che vedi si possa accettare
sbadigli pensando che in fondo a te non va male
allunghi la mano annoiato e cambi canale

Così fanno gli eroi

Hai nascosto il tuo dolore
tra le pagine sfocate della vita.
Lo hai confuso e mascherato
tra le foto scolorite dei ricordi.

Hai coperto di silenzi il tuo dolore
dentro gli anni che passavano veloci.
Hai tentato di correger la fortuna
che con te non è mai stata tanto amica.

Così fanno gli eroi che se ne vanno,
ti accorgi quando non ci sono più.

Il sipario è poi calato lentamente
mentre tutti rimanevano a guardare.
È così che tu vuoi esser ricordato
ed è quello che volevi si sapesse.

Anche se qualche volte hai sbagliato
perlomeno in qualche modo ci hai provato.
Ma del male certamente non ne hai fatto
e se fosse non è stata tua intenzione.

Così fanno gli eroi che se ne vanno,
ti accorgi quando non ci sono più.

Vittoria

La tenacia, la forza e la determinazione
sono le qualità che ti hanno fatto andare avanti
nonostante da subito ti è andato tutto contro.

Ma niente di tutto questo ti ha fermato.
Non ti sei mai arresa e nella storia della tua vita
sei stata la protagonista.

Hai portato sulle tue spalle il dolore,
l’abbandono e la solitudine e nonostante questo,
con tutti i tuoi limiti,
hai dato un senso anche alla vita degli altri.

Tutto questo ha un nome
e il suo significato ti rappresenta: Vittoria!

 

Dolcemente

Camminando tra le spine
con le mani nelle tasche
respiravo la mia vita
avanzando nella nebbia

Scivolando nei miei sensi
hai riempito la mia vita
come un delicato canto
che cattura la mia mente

Dolcemente mi accarezza
un leggero e caldo soffio
che pervade i sentimenti
caldo e dolce come il vento

Sei nei giorni mai uguali
che con te non c’è la noia
che sei sempre una sorpresa
perché tutto si colora

Sei nel tempo che ora passa
che con te è cosi veloce
che l’eternità non basta
perché sembrerà un istante

Brilleranno ancor più forte
quelle stelle nella notte
per dar luce ai nostri sogni
e colore al nostro amore

Sei tu

Sei tu che mi hai aperto gli occhi
e tu che non mi lasci mai
Sei tu che mi conosci a fondo
e tu che non ti stanchi mai

Sei tu il dono della vita
e tu che resti come sei
Sei tu ragione mia di vita
e tu sei tutto ciò che ho

Non vedi che la vita è nostra?
Che tutto è sempre stato nostro
Non vedi che saremo eterni?
Che niente scioglierà i legami

Sei tu
semplicemente tu

Chi siamo?

Ho cercato la tristezza
volevo stringerle la mano
malgrado fosse indesiderata
mi ha aiutato a crescere

Ho cercato di sorridere
e l’ho fatto spesso
anche quando questo
era fuori luogo

Ho cercato invano
giorni spensierati
forse li ho cercati
dove non ci sono

Ho trovato solo
quel sapore amaro
fatto del rumore
di parole vuote

Me lo tengo caro
perché più di tutti
mi ha saputo dare
ciò che io cercavo

Me li tengo stretti
come dei ricordi
l’ombra di una vita
la mia identità

L’amore

Sale
lentamente
come la luce di quest’alba
su di noi

Scende
come la pioggia che ci bagna
e che rigenera la vita
che mi dai

Ti sfiora
la pelle
e se ne va

Ritorna
ti avvolge
e resta li

Sento
l’infinito
quando mi perdo nei tuoi occhi
magici

Trovo
in ogni angolo del cuore
frasi che portano il tuo nome
unico

Ti sfiora
la pelle
e se ne va

Ritorna
ti avvolge
e resta li.

Ricomincio da quì

In mezzo al grano finiva la strada
e la mia casa più in la
il mio cavallo era la bicicletta
sentivo la libertà

Ora è l’asfalto sul vecchio sentiero
che mi riporta fin qui
c’era il silenzio a regnare sovrano
lo ricordavo così

Sotto il ciliegio non c’è l’altalena
la bicicletta dov’è
svettano gli alberi sulla collina
sono cresciuti con me

Nulla è rimasto com’era una volta
tranne i ricordi che ho
è stato il tempo a cambiare ogni cosa
mi sono perso lo so

Non dimenticare mai
il profumo di quegli anni li
e vedrai che non li perderai
i colori della fantasia

Scende la notte ma senza la luna
cala nell’oscurità
lucide stelle che brillano in cielo
simbolo di libertà

Tutto finisce così come inizia
nulla rimane com’è
cos’è successo ma dov’è finita
cos’è rimasto di me

La libertà non si è mai allontanata
ora capisco perché
non si è mai persa ma si era nascosta
è sempre stata con me

Per costruire dinuovo la vita
io ricomincio da qui
da questa casa da questa collina
da dove tutto partì

Non dimenticare mai
il profumo di quegli anni li
e vedrai che non li perderai
i colori della fantasia

Fiore di ciliegio

È già di per sè difficile
sopravvivere al gelo del tempo
e alla forza del vento
per restare attaccati alla vita.
Poi d’improvviso cedere
e lasciarsi trasportare nell’aria,
nel viaggio senza ritorno
d’un eroe silenzioso e sconosciuto
che ha scelto d’essere ammirato
non più da occhi distratti
ma da piccole mani che lo accarezzino dolcemente.

La bellezza di ciò che abbiamo
si scopre quando ci prendiamo il tempo di fermarci ad osservarla nel dettaglio.

Il tempo

Chi ha visto passare il tempo?
Le lancette di un orologio?
Il lento cammino degli astri?
Chi vede il passare del tempo?
Chi se non il battito del cuore con la vita che gli scorre dentro?
Puoi guardare le tue mani per scoprire che il tempo porta con se ogni cosa.
E la porta troppo lontano per ritrovarla o per ricordarla.
Chi può fermare il tempo?
Una fotografia che si ingiallisce e si consuma?
Un’immagine catturata da un dispositivo che resta intrappolata nella scintilla di un impulso elettrico?
E fino a quando potrai vederla?
Anch’essa si perderà nel tempo con il suo ricordo.
E il nostro amore?
Oh, questo si che resterà per sempre!
Resterà intrecciato nei tessuti infiniti del tempo.
Abbraccia il tempo stesso come l’edera fa con l’albero.
Perché?
Perché è d’amore che il tempo va imbastendo la sua trama.

Girasoli

Camminando con la mente
in un campo di girasoli
sfioravo con le dita
mille petali leggeri

Con il sole dorato alle spalle
ed il giallo splendore negli occhi
respiravo nell’aria pulita
un sapore che resta nel cuore

Camminando tra quei girasoli
che sembrava guardassero me
alla fine trovai solo terra
mi voltai per capire il perché

Non è me che guardavano quieti
sorridendo col viso splendente
ma a quel sole che scalda la vita
e che illumina i nostri pensieri

Son rimasto incantato a guardare
per un attimo anch’io girasole
riscaldato da quel suo tepore
sensazione che non so spiegare

Hai seguito paziente i miei passi
arrivando davanti ai miei occhi
e da li hai guardato il riflesso
di quel sole che scalda la vita

Ma quel sole non resta mai fermo
e spostandosi dietro di me
lo vedrò se ti guardo negli occhi
e così sarò sempre con te.

Le parole del cuore

E siamo quì
nudi come le stelle nel cielo limpido
che solo le nuvole possono coprire

e siamo belli
con i nostri sentimenti profondi
puri come l’acqua che esce da una fonte

possiamo sentire il tempo che scorre dentro di noi
e non riuscire a fermarlo
per capire di cosa sono fatti i momenti felici

e ti chiedo aiuto
aiutami
a leggere le parole che pronuncia il mio cuore tremante

quando chiudo gli occhi e ti cerco
mentre la luce di questo sole viene sopraffatta dalle tenebre
e la voce della notte ci troverà soli

E nonostante tutto ci saremo
veri come il cielo dell’estate
che solo la pioggia farà piangere

saremo forti come le marèe
che nessuno le può fermare
bagneremo di giorni felici la nostra vita

porteremo come trofeo i nostri ricordi
per capire come siamo diventati quello che siamo
e contemplare l’eco delle nostre lacrime

e ti chiedo aiuto
aiutami
a leggere le parole che pronuncia il mio cuore tremante

Credi

Credi nelle lacrime
capaci di cambiarti
che bagnano i pensieri
lasciando acceso il cuore

Credi agli occhi puri
di chi ti guarda dentro
e sente ciò che provi
perché ti vuole bene

Credi negli abbracci
più forti del dolore
che cambiano la vita
facendoti volare

Credi nei sorrisi
sinceri come il sole
che sbocciano spontanei
in chi ti sa capire

Motivi

Giorni vissuti di nascosto
sotto una coperta di dubbi

Forze misteriose più forti del tempo
soffocano ogni idea di movimento

Potrà la mente dissipare questo silenzio?
Eppure dietro le scuse per non esistere
c’è la vita che scorre inesorabile e bella
che non ci aspetta e non ci lasci mai

Mentre noi
sazi di qualcosa che non abbiamo
ci lasciamo trasportare
su strade sconosciute

Ci lasciamo trasportare
senza chiederci perché
pensando che tutto questo abbia un senso
un meraviglioso e maledetto senso che ci sfugge

Nodi da sciogliere

Guardami ti prego
Persa nei pensieri tuoi
Voltati ti prego
Son qui davanti a te

Ascolta la mia voce
Perché la vita è breve
Parlami ti prego
E sciogli questi nodi

Amami ti prego
Dà un senso alla mia vita
Un senso al mio futuro
E non lasciarmi solo

Dimmi chi sarò
E che sarò per te
Lasciati abbracciare
E sciogli questi nodi

Conosco il tuo dolore
Che viene dal passato
Nel peso dei tuoi giorni
E del tuo sguardo assente

Soltanto tu puoi dare
Un senso al mio vagare
Prendimi per mano
E sciogli questi nodi

L’anima si è persa
Nei vuoti di un passato
Tenendoci distanti
Facendoci del male

Amici persi

Goccia dopo goccia
la nostra vita scivola via
Lasciando immensi spazi vuoti
dietro di noi

Non sai che chi ti ama
sentirà la nostalgia
Di quando col tuo umore
addolcivi i giorni suoi

Col sorriso e sempre allegro
la tua gioia è ancora in noi
L’hai lasciata come dono
e non ti scorderemo mai

Ora sento la tua voce
rimbalzare nei ricordi
Tra le folli storie
che viviamo da ragazzi

Immagini mai perse
Le chiacchierate immense
Pieni di speranze e di eroi

Goccia dopo goccia
la nostra vita scivola via
Lasciando immensi spazi vuoti
dietro di noi

Il ricordo di quel giorno
ogni tanto fa un po’ male
Perché il segno che rimane
non si può più cancellare

Col sorriso e sempre allegro
la tua gioia è. ancora in noi
L’hai lasciata come dono
e non ti scorderemo mai

Ora sento la tua voce
rimbalzare nei ricordi
Tra le folli storie
che viviamo da ragazzi

Immagini mai perse
Le chiacchierate immense
Pieni di speranze e di eroi

Illusione

Mi guardo intorno e mi ricordo di un gilé
Perso tra le mie cose
Porta ancora i colori di una vita che
Sembra già così lontana

Quando il gatto si strusciava su di me
E così mi salutava
Quelle voci familiari non ci sono più
Nemmeno l’illusione

Ho passato giorni interi a domandarmi
se è solo un sogno oppure no
Mentre vedevo la mia vita scivolare via
Come una semplice carezza

Ora che tutto si racchiude in un gilé
E dai peli di un siamese
Mi chiedo il senso delle cose poi qual’è
Se resta tutto nella mente

Lego tutti i miei ricordi alle parole
Per non dimenticare
Respirerò emozioni nuove tutte da provare
E scoprirò che è un illusione

E passo giorni interi a domandarmi
se è solo un sogno oppure no
Mentre vedo la mia vita scivolare via
Come una semplice carezza

C’era una forza… la vita

Vedrò una lacrima in più
che non vuole sorridere
Saprò come chiederle se
certi sbagli si pagano

Nel vento che l’asciuga
trovo la mia identità
che si libera dai dai sogni che farò
La nebbia che circonda
la mia vera identità
la cancellerò così

Come se fosse un film
da vedere con chi
non la saprà raccogliere
Così come se fosse un film
da vedere per chi
non la potrà distinguere
per crescere

Vedrò un immagine in cui
non mi so riconoscere
Saprò come chiedergli di…
di potermi nascondere

Nell’acqua di un ruscello
che nel mare finirà
i timori e le paure affiderò
La forza di lottare
ogni notte cercherò
e la troverò così

Come se fosse un film
da vedere con chi
non la saprà raccogliere
Così come se fosse un film
da vedere per chi
non la potrà distinguere
per crescere

Miraggio

Ho attraversato il deserto
ho visto piangere e poi morire
con gli occhi bassi
e una sola comune speranza

Non so se era un sogno
ma ne porto i segni addosso
e vorrei dimenticarlo
in questa terra piena di storia

Ho venduto la mia vita
per fuggire via da qui
solo senza far rumore
me ne vado via da qui

Ho visto indifferenza
ho visto molte mani astute
con gli occhi bassi
e una sola comune speranza

Non so se lo scorderò mai
ma ne porto sempre il peso
e vorrei essere più leggero
in questa mondo pieno di dolore

Ho venduto la mia vita
per volare via da qui
solo senza far rumore
me ne vado via da qui

Che farò domani

Se mi lasci qui e non torni più
io che farò domani

tutto ciò che ho vive dentro te
e non lo vedrò più

Della vita mia cosa ne sarà
nel freddo di domani

mi convincerò che la verità
è una lacrima nel blu

ti vedo nel sole dorato
nel vento caldo sulla mia pelle
nel cielo che parla di te
e il vuoto non c’è più
quel gran vuoto non c’è più

Se mi lasci qui e non torni più
io che farò domani

tutto ciò che sei vive dentro me
è non lo vedrai più

Della vita mia cosa ne sarà
nel freddo di domani

mi convincerò che la verità
è una lacrima nel blu

ti vedo nel cielo stellato
nel vento caldo sulla mia pelle
la luna mi parla di te
e il vuoto non c’è più
quel gran vuoto non c’è più

Piccolo grande cuore

Aveva gli occhi di chi non si arrende mai, le mani sempre indaffarate.
Passava i suoi giorni a schivare i guai e le sue notti immerso nei pensieri.

Perché tutto è destinato a cambiare e se non cambi resti intrappolato nei labirinti del passato.

A volte uno sguardo è fatto di parole.

Si circondava di felicità per non accorgersi di essere solo e si nascondeva dietro i suoi sorrisi. Aveva un cuore grande, ma non abbastanza grande da farci entrare tutti.

L’amore non è un posto in cui restare soli.
La vita non la puoi vivere se non sei disposto a morire.

Si circondava di felicità per non accorgersi di essere solo e si nascondeva dietro i suoi sorrisi.
Aveva un cuore grande, ma non abbastanza grande da farci entrare tutti.

L’idea

Nove di mattina e il cielo è sereno
la città ha ripreso il tran tran quotidiano

Un idea ha preso il volo e con lei la tua vita
mentre osservi distratto la distesa infinita

Scoprirai che la vita non è stata abbastanza
è una triste realtà della nostra esistenza

Ma un idea ha preso il volo e con lei la tua vita
tutto appare diverso quando sembra finita

Una lama di fuoco ha tagliato in due il mondo
a due passi dal cielo hai seguito il tuo istinto

Un idea ha preso il volo e in un solo momento
ti ritrovi nel vuoto tra le braccia del vento

Aggrappato ai ricordi che ti vengono in mente
ogni volto è un addio e un ricordo sfuggente

Il rumore del cielo ti confonde la voce
ed il mondo ti osserva mentre cadi veloce

Ma un idea ha preso il volo, un idea sconvolgente
mentre resta il ricordo di quel gesto cosciente.

Come una farfalla

Il suo sguardo distaccato tra le nuvole si perdeMentre appare all’improvviso tra le stanze colorate.

Volteggiando ti raggiunge dal suo grande prato verde

Se ti sfiora ti dipinge con movenze delicate.
Tutto quello che gli serve è lo spazio di una tela

tra le pagine del tempo che la rende prigioniera.
Vive delle sue creazioni di colori e paesaggi

vive delle sue emozioni che diffonde come raggi.
Elegante e raffinata si è posta su uno stelo

è svanita e ritornata tra le lacrime del cielo.
Delicata nel suo volo le sue ali son le dita

i suoi sogni sono il cielo e il suo prato è la vita.
Non esiste realmente ma soltanto si rivela

a chi gioca con la mente nel seguirla mentre vola.

Il riscatto dell’amarezza

Stringimi forte con la tua mano
prima che il buio si prenda tutto
E un breve accenno come un sorriso
tra i tuoi pensieri si leverà

Appena prima che venga il buio
a cancellare la tua memoria
Sarai felice di aver vissuto
e il tuo sipario si chiuderà

Sarà un sorriso tra le tue labbra a risvegliare la primavera
sarà il colore delle tue risa a colorare la vita intera

Di spazi aperti e di prati in fiore
di cieli azzurri e di acque chiare
Sarà perfetto e sarà bello in
quell’abbraccio senza confini

In ogni angolo in ogni istante
sarà il riscatto dell’amarezza
In ogni luogo per tutto il tempo
sarà quel mondo che tu cercavi.